Palermo, 1937. La scoperta del Tecneto (20-22Ott2015)

Postato il Aggiornato il

Tecneto

Palermo, 1937. La scoperta del Tecneto

20-22 Ottobre 2015

Università degli Studi di Palermo, Via Archirafi 36, Palermo

ingresso libero

Location

Nel 1937, a Palermo in via Archirafi 36, per la prima volta l’uomo separa e identifica il primo elemento chimico artificiale, il Tecneto (dal gr. τεχνητός “artificiale”) o Tecnezio (Der. del lat. scient. Technetium). La scoperta del Tecneto avviene grazie a due importanti scienziati: Emilio Segrè (uno dei “ragazzi di via Panisperna che collaborarono con Enrico Fermi) e Carlo Perrier. L’Elemento, con numero atomico 43 e simbolo Tc, è stato ottenuto da un campione di molibdeno bombardato da nuclei di deuterio (deutoni o deuteroni) nel ciclotrone di Berkeley (California), e spedito da Ernest Lawrence ai due ricercatori di Palermo. Oggi, il tecneto riveste un ruolo molto importante nella medicina moderna in quanto uno dei suoi isotopi, il tecnezio-99 metastabile (Tc-99m), costituisce il principale radionuclide utilizzato in campo diagnostico.

tav_periodica_Tc

In occasione della “Settimana del Pianeta Terra” l’Associazione GEODE, in collaborazione con il Museo di Mineralogia (Dipartimento di Scienza della Terra e del Mare – UNIPA), la Collezione Storica degli Strumenti di Fisica, il Museo della Chimica (Dipartimento di Fisica e Chimica – UNIPA) e l’ Ordine Regionale dei Geologi di Sicilia, racconterà quest’affascinante storia ancora poco conosciuta. L’evento si svolgerà dal 20 al 22 Ottobre 2015 a Palermo in via Archirafi 36, proprio nell’edificio ove l’elemento fu scoperto 78 anni fa.

Programma

I visitatori potranno ripercorre i passi che hanno portato all’importante scoperta scientifica attraverso un exhibit. Esperti del settore racconteranno il Tecneto durante una conferenza tematica, per ricostruire i passaggi storici della scoperta, l’identità chimica e geochimica di questo peculiare elemento, e gli attuali utilizzi e applicazioni. Visite guidate al Museo di Mineralogia (->prenotazione) e della Collezione Storica degli Strumenti di Fisica (->prenotazione) consentiranno ai visitatori di vivere gli ambienti dove è stata scritta la storia del Tecneto e dove sono attualmente custoditi i tesori, quali minerali rocce e antichi strumenti scientifici.

L’evento sarà rivolto alle scolaresche di ogni ordine e grado, all’audience accademico universitario, appassionati esperti del settore, curiosi e cittadini. La partecipazione sarà gratuita.

Tecneto-Programma
Programma completo (cliccaci su per ingrandire)

DownloadProgramma-TecnetoPieghevole-Tecneto

Museo di Mineralogia – UNIPA

Ubicato presso il nuovo Dipartimento di Scienze della Terra e del Mare (DiSTeM) dell’Università degli Studi di Palermo nell’antica sede dell’Istituto di Mineralogia di via Archirafi 36, il Museo di Mineralogia custodisce una delle più ricche e antiche collezioni di minerali della Sicilia. Il Museo al fascino storico aggiunge l’interesse scientifico-didattico, che si concretizza nei moderni laboratori di mineralogia, petrografia e geochimica, nella sofisticata e complessa strumentazione scientifica in uso e nella costante attività dei ricercatori. La Collezione, presente al museo ed esposta dentro 33 bacheche, è costituita da circa 500 campioni fra rocce e minerali provenienti da tutto il mondo, a cui si aggiungono altri 10000 reperti circa non esposti e parzialmente catalogati. Ai campioni geologici si aggiunge un congruo numero di strumenti scientifici di studio (circa una trentina fra goniometri, microscopi, bilance di precisione, strumenti a raggi X, ecc.), fra i quali antichi strumenti risalenti alla seconda metà dell‘800, da restaurare e valorizzare in una migliore sezione espositiva.

Riconoscimento crediti e disposizioni per i partecipanti

Su richiesta, sarà rilasciato attestato di partecipazione al convegno di giorno 20 ottobre, valido per:

  • il riconoscimento dei crediti APC per gli iscritti all’Ordine Regionale dei Geologi di Sicilia.
  • il riconoscimento di CFU tipo F (“Altre attività formative”) per gli studenti dei CdL in Scienze Fisiche e in Fisica (Per il rilascio dell’attestazione contattare info@associazionegeode.it con mail alla conoscenza anche del prof. Agliolo Gallito, aurelio.agliologallitto@unipa.it);
  • il riconoscimento di CFU per i CdL triennali e magistrali del CIST e del CISNAM;
  • il riconoscimento dell’esonero dal servizio per la partecipazione al Convegno ai sensi dell’art.64 del CCNL/2007, in quanto le Università sono soggetti qualificati per la formazione del personale della Scuola (art.67 del CCNL).

Organizzatori, sponsor e contatti

Sergio Calabrese (Associazione GEODE, Museo di Mineralogia – Dipartimento di Scienza della Terra e del Mare),

3669927529, info@associazionegeode.ithttp://www.associazionegeode.it

Per prenotazioni di visite guidate per gruppi e scolaresche info@associazionegeode.it

prof. Aurelio Agliolo Gallitto (Collezione Storica degli Strumenti di Fisica – Dipartimento di Fisica e Chimica),

aurelio.agliologallitto@unipa.it

prof. Roberto Zingales (Museo della Chimica – Dipartimento di Fisica e Chimica)

organizzatori
collaboratori


Scienze e non solo” nasce  come spazio di condivisione online di curiosità, news ed eventi scientifici, al fine di promuovere le iniziative scientifiche locali, divulgare e sensibilizzare l’opinione comune verso tematiche naturalistiche e scientifiche. Follow us:
mail facebook Telegram channel rss
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.